Linux Mind Italia

  • Venerdì 24 Maggio 2019, 17:24:58
  • Benvenuto, Visitatore
Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata

News:

Cerchi un tool di pulizia del sistema? Prova Mind Cleaner.

collapse

* Canale Telegram

Canale informativo di riserva:
Linuxminditalia
https://t.me/linuxmind

* Mind-chat

Refresh History
  • mtj-mint: Tutto fa pensione
    Oggi alle 17:08:43
  • mtj-mint: Shout di presenza.. e ora voglio il mio 100 lire :D
    Oggi alle 17:08:27
  • bobol: :cool:
    Oggi alle 13:35:40
  • Tony: ;D
    Oggi alle 09:28:32
  • bobol: Attenzione !! causa errore nel convertitore valuta incorporato alla piattaforma smf , le cifre indicate sono espresse il Lire e non in Euro
    Oggi alle 07:15:32
  • bobol: :hmm:
    Oggi alle 06:59:27
  • Tony: ;D
    Ieri alle 21:10:05
  • Tony: Forza gente!
    Ieri alle 21:09:15
  • Tony: E € 200 ogni nuovo iscritto.
    Ieri alle 21:08:58
  • Tony: Bobol regala € 100 ogni nuovo topic.
    Ieri alle 21:08:24
  • Tony: Ci vorrebbe un incentivo.  :hmm:
    Ieri alle 21:07:23
  • Tony: Ciao a tutti. Praticamente due gatti.
    Ieri alle 21:06:26
  • cuzzo: bau
    Mercoledì 22 Maggio 2019, 20:19:56
  • bobol: :ciao:
    Martedì 21 Maggio 2019, 10:14:41
  • Mint-Marko: Grazie Tony, infatti sono tornato al kernel precedente  :ok:
    Giovedì 16 Maggio 2019, 23:45:48
  • Tony: Anzi, essendo un pc datato, un kernel nuovo introduce delle funzionalità inutili. Potrebbe addirittura risultare meno prestazionale.
    Giovedì 16 Maggio 2019, 14:10:05
  • Tony: Rimani col vecchio. Se non risolvono falle di sicurezza puoi fare a meno di aggiornare.
    Giovedì 16 Maggio 2019, 14:07:19
  • Mint-Marko: nuovo kernel non digerito dal mio Presario C700
    Giovedì 16 Maggio 2019, 13:25:52
  • bobol: yeppa
    Mercoledì 15 Maggio 2019, 17:12:31
  • cuzzo: gnao
    Mercoledì 15 Maggio 2019, 15:25:12
  • Mint-Marko: all'interno della user guide c'è il liink  al vecchio Forum. Basta modificare il PDF con il nuovo link e mandarglielo agli admin del sito. Poi ci penseranno loro immagino per aggiornare la pagina
    Venerdì 10 Maggio 2019, 08:42:46
  • Mint-Marko: bobol intendo la user guide in italiano che si trova al link indicato  in precedenza
    Venerdì 10 Maggio 2019, 08:40:02
  • Tony: :hmm:
    Giovedì 09 Maggio 2019, 17:57:36
  • bobol: A quale guida PDF ti riferisci?
    Giovedì 09 Maggio 2019, 15:32:25
  • Pope: Hello boys  :ciao:
    Giovedì 09 Maggio 2019, 12:08:47
  • Mint-Marko: mi spiego: nella guida PDF c'è il link, ma rimanda all'indirizzo vecchio... niente di urgente, solo per avvisrarvi ;)
    Giovedì 09 Maggio 2019, 09:01:44
  • Mint-Marko: buongiorno. Ragazzi vi segnalo (senza stare ad aprire un nuovo thread) di rinnovare il link alla guida italiana di Mint, nella pagina ufficiale linuxmint(punto)com/documentation
    Giovedì 09 Maggio 2019, 09:00:30
  • bobol: :ciao:
    Giovedì 09 Maggio 2019, 00:23:22
  • trigg: :ciao:
    Domenica 05 Maggio 2019, 14:30:59
  • bobol: :ciao:
    Domenica 05 Maggio 2019, 07:51:05

* Utenti On Line

  • Dot Visitatori: 6
  • Dot Nascosti: 0
  • Dot Utenti: 1
  • Dot Utenti Online:

Autore Topic: Progressive rock  (Letto 8345 volte)

drugo

  • Hero Mind
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 1781
Re:Progressive rock
« Risposta #45 il: Mercoledì 01 Novembre 2017, 18:08:33 »

Devo approfondire il krautrock, non è proprio il prog che preferisco ma non mi dispiace  :ok:
Connesso

ayler

  • Full Mind
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 523
  • Distro: Linux Mint Tara XFCE; MX17
Re:Progressive rock
« Risposta #46 il: Lunedì 25 Dicembre 2017, 00:30:36 »

Per le feste un po' di family entertainment direttamente dall'Inghilterra del '69...

http://www.youtube.com/v/7FjXYWkcFYw?wmode=transparent
Connesso
"la gente non vuole capire, la gente vuole avere la sua opinione" @esterviola

https://youtu.be/ZWRji_4cvsU

ayler

  • Full Mind
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 523
  • Distro: Linux Mint Tara XFCE; MX17
Re:Progressive rock
« Risposta #47 il: Lunedì 26 Marzo 2018, 21:10:42 »

I Can, tra Timothy Leary e Stockausen (come dice Cesare Rizzi nel suo The Prog Side of the Moon - suoni e leggende del rock europeo).
Siamo nel 71.
http://www.youtube.com/v/Gp6oPyQnX60?wmode=transparent
Connesso
"la gente non vuole capire, la gente vuole avere la sua opinione" @esterviola

https://youtu.be/ZWRji_4cvsU

ayler

  • Full Mind
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 523
  • Distro: Linux Mint Tara XFCE; MX17
Re:Progressive rock
« Risposta #48 il: Martedì 05 Giugno 2018, 17:03:17 »

Ascoltati l'altra al Prog and Frogs festival alla cascina Caremma. Lunga vita al prog!
http://www.youtube.com/v/A0w_N5P-gKI?wmode=transparent
Connesso
"la gente non vuole capire, la gente vuole avere la sua opinione" @esterviola

https://youtu.be/ZWRji_4cvsU

Antoniox51

  • New Mind
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 2
  • Distro: Linux Mint 19.1 Tessa Xfce 32 bit
Re:Progressive rock
« Risposta #49 il: Mercoledì 27 Febbraio 2019, 03:04:53 »

Salve,
che bello parlare di musica ed in particolare del "Prog Rock" e ne voglio parlare per esperienza personale, come musicista. Ero molto indeciso se farlo o no, perché mi conosco bene e pur essendo un po’ timido nelle discussioni, se mi metto a scrivere finisco per prolungarmi troppo perché non posso fare a meno di mettere in risalto i collegamenti avvenuti in questo caso nel campo musicale. Poi ho deciso di farlo, anche per rianimare il Topic fermo da diversi mesi.

Allacciandomi a drugo nel Topic iniziale
Negli anni ’60 (1960-1970) si sentì il bisogno di sperimentare un’evoluzione del Rock che lasciasse lo schema "strofa-ritornello-strofa” per raggiungere atmosfere ed esecuzioni più complesse, fondendo Rock, musica classica e jazz. Questa evoluzione dette vita al Prog Rock e dimostrarò che il Rock non era musica culturalmente inferiore alla musica cosiddetta “forbita” (classica e Jazz).

In riferimento a drugo nella Risposta #7
Nel Prog Rock la batteria è molto importante e si evolve come strumento solista a se stante (vedi "King Crimson", "Mc Donald & Gils”, ecc.), abbandonando il ruolo subalterno di “battere il tempo” per gli altri strumenti (alla Charlie Watts dei The Rolling Stones, che io comunque apprezzo molto).
Il tempo utilizzato nei pezzi Pro Rock spesso non era il classico 4/4 ma venivano adottati tempi complessi di origine Jazz (tempi dispari), anche perché il Prog Rock principalmente non aveva come obiettivo di fare danzare la gente, ma di coinvolgerla nell’ascolto di nuove atmosfere e nel protagonismo teatrale del leader.

Allacciandomi a drugo nel Topic iniziale
L’identificazione dei primi gruppi “Proto Prog” è molto discussa e comunemente in questa identificazione vengono inseriti i gruppi Synphonic Rock “Procol Harum”, “Nice”, “Moody Blues”, i gruppi del Psychedelic Rock e Experimental Rock più evoluti “Yes”, “Family”, “Camel”, “Pink Floyd”, “Soft Machine”, “The Beatles”(LP Sgt. Pepper’s Loney Herats Club Band), ecc.
I tempi stavano cambiando e la song di max 3,5 minuti (standard discografico imposto dalle Major) rimaneva stretta per le nuove dimensione espressive. Alcune band precursori di questa esigenza realizzarono le prime “Rock opera” dove tutti i pezzi contenuti in un album si legavano l’un con l’altro al fine di ottenere un racconto completo, un po’ come nella musica classica tipica dei balletti classici o operistica. I Gruppi che realizzarono le “Rock opera” possono essere identificati a tutto titolo “Proto Prog” senza paura di essere smentiti. Cito i più famosi di questi albums:
The Kinks – Face to Face (1967);
https://www.youtube.com/watch?v=TUJ1MWBunWA

Nirvana – The Story of Simon Simopath (1967);
https://www.youtube.com/watch?v=FDNtxz_4oWg&list=PL08DF9BB051C2AA37

Nice –Ars Longa Vita Brevis (per il pezzo Intermezzo e tutto il lato B dell’LP)(1968)
<a href="https://www.youtube.com/v/PmcP9kY2a5g&amp;list=RDPmcP9kY2a5g&amp;start_radio=1&amp;t=2605" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/PmcP9kY2a5g&amp;list=RDPmcP9kY2a5g&amp;start_radio=1&amp;t=2605</a>
Per questo album i Nice dichiararono di essersi ispirati all’Allegro tratto dal Concerto brandeburghese n. 3 di J.S.Bach. Il genere dei Nice è considerato da molti critici (secondo me impropriamente) Psychedelic Rock, ma è palese come in questo Album siano presenti tutti gli elementi che contraddistingue il genere Prog Rock.
Nota: nei Nice alle tastiere suonava Keith Emerson che nel 1970 formò insieme a Greg Lake (uno dei membri fondatori dei King Crimson) il gruppo Emerson, Lake & Palmer.

The Who – Tommy (1969)(eseguito ai Festivals di Woodstock e dell’Isola di Wight e colonna del famoso film omonimo di Ken Russel del 1975);
<a href="https://www.youtube.com/v/MKdusyjiuvY" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/MKdusyjiuvY</a>
Tommy degli Who segnò il passaggio degli “Album Opera” da “Proto Prog” a “Prog Rock”.

Frank Zappa – Hots Rats (strumentale con influenze Jazz Fusion)(1969);
<a href="https://www.youtube.com/v/RGQxI0G6mKk" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/RGQxI0G6mKk</a>
<a href="https://www.youtube.com/v/x-uNy-Pplkw" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/x-uNy-Pplkw</a>

Colosseum – Valentyne Suite (per il lungo pezzo omonimo solo strumentale) (1969);
<a href="https://www.youtube.com/v/Cb6ZlXcPfCc" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/Cb6ZlXcPfCc</a>

Pink Floyd – Atom Heart Mother – (per il pezzo omonimo che dura tutto il lato A dell’LP)(1970).
<a href="https://www.youtube.com/v/Fku7hi5kI-c&amp;list=PLXRKTcRs-Xs4ASeTJMGm8xNq9fnOcUAmE" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/Fku7hi5kI-c&amp;list=PLXRKTcRs-Xs4ASeTJMGm8xNq9fnOcUAmE</a>

Contemporaneamente ai primi “Album opera” uscirono i Musicals Rock-Hippies “Hair-Acquarius” (1967) (soundtrack del film omonimo del 1979) e “Jesus Christ Superstar” (1970) (soundtrack del film omonimo del 1973) ma gli “album opera” si diversificavano nettamente dai musicals per la realizzazione di costruzioni musicali molto più elaborate e per il loro stile che fondeva Rock, musica classica e/o Jazz.

Allacciandomi a drugo nel Topic iniziale
Il Prog Rock si sviluppò sia nella forma “Album opera” che in quella di “Songs sofisticate” che si contraddistinguevano dalle comune songs per la sperimentazione timbrica estrema (dovuta spesso all’impiego di effetti speciali, dell’Hammond e dei primi Moog, Mellotron, e Synth vari) e la complessità delle esecuzioni. La forma di “Songs sofisticate” comunque avvicinava il genere Prog Rock al Pop Rock e quindi al pubblico più vasto, commercialmente più interessante. La scelta di quale forma doveva essere adottata dal Gruppo è sempre stata oggetto di violenti discussioni che portavano spesso alla uscita dal gruppo di un componente. Ad esempio sono conosciute a tutti le guerre intestine dei Genesis e dei Pink Floyd.

Come Caposcuola del Prog Rock sono generalmente identificati in America “Frank Zappa” ed in Europa “King Crimson”. In alcuni Paesi come la Francia sono parimenti considerati i “Gong”.

In riferimento a eren jaeger Risposta # 29
Il Prog Rock si realizzò interamente negli anni ’70 (1970-1980) e tuttora sopravvive evolvendo anche in nuove direzioni (prevalentemente Prog Metal). Ad esempio lo ritroviamo nei “Dream Theater”, “Tool”, “Synphonic X”, “Nine Inch Nails” e “Porcupine Tree”. A proposito il Metal ha almeno una dozzina di sottogruppi ognuno con la sua propria impronta e che hanno in comune il cliché della voce del cantante “indemoniata” e delle chitarre estremamente distorte: eppure provate a sentire le versione acustiche delle songs dei “ System of a Down” o dei “Korn” (acoustic live at BBC) e scoprirete quanto è “ricca” la loro musica ed espressione.

All’inizio degli anni ‘70 la stampa definì alcuni gruppi Prog Rock “Supergruppi”, denominazione contestata e rifiutata dagli stessi gruppi, anche se “andava di moda”. La denominazione prendeva spunto dal fatto che questi gruppi realizzavano pezzi che contenevano virtuosismi e tessiture molto difficili sul piano della esecuzione dei musicisti. Per citarne alcuni Emerson, Like & Palmer, Genesis ed in Italia Premiata Forneria Marconi.
Il rifiuto totale dei virtuosismi dei ”Supergruppi” causò o perlomeno favorì il ritorno alle partiture minimali tipiche della ribellione sociale del "Punk". Questa nuova ventata di musica generazionale rimise in discussione tutto il percorso Prog Rock e ispirò il "Postpunk" ricco di nuovi stili e idee musicali (Dark, New Wave, New Romantic, Sinth Pop, Industrial, Metal, Gothic, ecc.) e per alcuni aspetto lo ritroviamo nella generazione degli stili più moderni (Brit Rock, Indie Rock, Rock Alternativo, Acid Rock, Art Rock, Desert Rock, Stoner Rock, ecc.).

E non posso fare a meno di citare altri argomenti che riterrei importanti e da approfondire insieme a voi per avere il quadro completo: lo sviluppo dell’”Italian Beat“ degli anni ’60, dell’ “Italian Prog Rock” degli anni ’70, dell’ “Italian Prog Rock moderno” (1980-2019) e dell’ “Italian Demential Rock” (PrePunk).

Ma questa è un’altra storia. :ok:
Complimenti per gli album suggeriti nei Link: sono tutti fantastici!
Audience e Frank Zappa sono i miei preferiti da sempre!

Salutoni
« Ultima modifica: Domenica 03 Marzo 2019, 04:33:43 da Antoniox51 »
Connesso

Tony

  • Staff
  • Hero Mind
  • ******
  • Offline Offline
  • Post: 3810
  • Distro: Ubuntu 18.04.1 LTS 64bit XFCE
Re:Progressive rock
« Risposta #50 il: Mercoledì 27 Febbraio 2019, 17:36:39 »

Mi prostro davanti al tuo sapere.
Connesso
Linux non è solo un sistema operativo ma...
"È uno stato mentale, dove prima ti perdi e poi ti ritrovi"
(cit. Point Break).

nessuno

  • Full Mind
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 400
Re:Progressive rock
« Risposta #51 il: Giovedì 28 Febbraio 2019, 11:45:28 »

In fatto di musica ho la tendenza a coltivare la mia ignoranza e se non fosse stato per questo topic avrei continuato ad ignorare anche solo l'esistenza del "progressive rock".

Il post di @Antoniox51 probabilmente non mi trasformerà in un cultore, ma sicuramente mi ha reso meno ignorante in materia di progressive rock...


...Quindi, @Antoniox51, grazie per il tuo intervento.  ;)

P.S.

Da parte mia do il benvenuto anche ai post particolarmente lunghi quando sono ricchi di contenuti.   :ciao:
Connesso

bobol

  • FOM (Free and Open Mind)
  • Staff
  • Legend Mind
  • ******
  • Offline Offline
  • Post: 6414
  • Distro: SalentOS Neriton 2.0
  • Work & Fun with Linux
Re:Progressive rock
« Risposta #52 il: Giovedì 28 Febbraio 2019, 13:51:15 »

mi accodo a @tony e a @nessuno io personalmente unificavo tutto sotto il  nome di Rock  :D (perdonate l'ignoranza  :) )

Antoniox51

  • New Mind
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 2
  • Distro: Linux Mint 19.1 Tessa Xfce 32 bit
Re:Progressive rock
« Risposta #53 il: Giovedì 28 Febbraio 2019, 17:47:14 »

In riferimento alla Risposta #50 di Tony
Un giudizio quello di Tony nei confronti del mio lungo intervento complessivamente positivo con una marcata nota di sarcasmo tutto sommata da me meritata: grazie Tony. :ok:

In riferimento alle Risposte #51 di Nessuno e #52 di bobol
Non sapete quanto mi ha fatto piacere il vostro interesse: mi ha dato la forza di continuare nelle mie osservazioni: siete unici! :ciao:

Bando alle ciance, invio i brani che all’epoca mi colpirono profondamente come musicista, aprendomi ai nuovi orizzonti “Prog Rock”:
In the court Of Crimson King” (King Crimson, Album omonimo – 1969)
<a href="https://www.youtube.com/v/Em2Bvb-Hz6Q" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/Em2Bvb-Hz6Q</a>
In questo brano la batteria è un vero strumento solista. Vale la pena ascoltare attentamente come introduce il Riff di Strins della song: ogni volta sviluppa le 4 battute in modo differente ed estremamente creativo: ogni volta ti fa “restare in sospeso” e ti fa chiedere se ce la farà o no a rientrare in battuta! Questa esecuzione amplifica l’atmosfera onirica e misteriosa, in completa sintonia con la favola raccontata dalla song. Per l’esecuzione del Riff di Strings venne utilizzato un Mellotron, uno strumento allora all’avanguardia.

Bourée” (Jethro Tull, Album “Stand Up” – 1969).
<a href="https://www.youtube.com/v/N2RNe2jwHE0" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/N2RNe2jwHE0</a>
Favolosa reinterpretazione Prog Rock della Suite per Liuto n°1 BMW 996 di J.S.Bach. Il flauto, fino allora impiegato melodicamente, dimostra le sue potenzialità di espressione Prog Rock.

No Opportunity Necessary, No Experience Needed” (Yes, Album “Time and a Word”-1970).
<a href="https://www.youtube.com/v/daWSplj60hg" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/daWSplj60hg</a>
E la versione Live:
<a href="https://www.youtube.com/v/ffzEMe7jDVk" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/ffzEMe7jDVk</a>
Il questo brano troviamo la fusione di Rock e Musica classica e la presenza, come in altri brani degli Yes, di un accompagnamento di orchestra sinfonica, che nelle esecuzioni Live venne inizialmente sostituito da chitarra elettrica ed Hammond e poi, con la diffusione degli String Synthesizers, utilizzando il Mellotron e poi l’ARP Solina.
Nota: il batterista Bill Bruford nel 1972 abbandonò gli Yes per andare nei King Crimson.

"Theme One” (Van Der Graaf Generator, Album “Pawn Hearts” – 1971).
<a href="https://www.youtube.com/v/kc13nol8JBw" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/kc13nol8JBw</a>
E la versione Live:
<a href="https://www.youtube.com/v/rGHat7IeNaA" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/rGHat7IeNaA</a>
Il brano solo strumentale riuscì a fondere Rock e Jazz Fusion.
Nota: Robert Fripp (già King Crimson), suonò la chitarra nel brano The Emperor in His War-Room dei Van Der Graaf Generator (Album H to He, Who Am the Only One – 1970)

Raviolè” (Audience, Album "The House in the Hill” - 1971)
<a href="https://www.youtube.com/v/P8yfZ7ZiwQw" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/P8yfZ7ZiwQw</a>
Un pezzo Prog Rock che impiega per introduzione un’armonia classica all’italiana eseguita con la chitarra acustica flamengo.

Contemporaneamente Family, Audience e in Italia Demetrio Stratos svilupparono ed introdussero la voce come strumento solista.
Nota: John Wetton, chitarrista nel 1972 dei Family, nel 1973 passò nei King Crimson.

I tempi stavano cambiando, ma tutto girava intorno all’UK ed ai King Crimson (Frank Zappa e Demetrios Stratos a parte).

E a completamento dello scenario in cui si sviluppò il Prog Rock, come non menzionare i Weather Report (con Miles Davis) che in America a partire dal 1970 con il loro Jazz Fusion provocò una contaminazione intellettuale ed artistica nel Jazz, in modo analogo e parallelo al Prog Rock di Frank Zappa e europeo.

Mi fermo e tiro il freno a mano. Salutoni  :ciao:

« Ultima modifica: Domenica 03 Marzo 2019, 04:37:20 da Antoniox51 »
Connesso

bobol

  • FOM (Free and Open Mind)
  • Staff
  • Legend Mind
  • ******
  • Offline Offline
  • Post: 6414
  • Distro: SalentOS Neriton 2.0
  • Work & Fun with Linux
Re:Progressive rock
« Risposta #54 il: Giovedì 28 Febbraio 2019, 19:30:04 »

...e devo dire che il Prog Rock non mi dispiace, anche perchè alcune di quelle sopra menzionate le conoscevo già ma ignoravo l'apparteneza a suddetto genere musicale  ;D

Tony

  • Staff
  • Hero Mind
  • ******
  • Offline Offline
  • Post: 3810
  • Distro: Ubuntu 18.04.1 LTS 64bit XFCE
Re:Progressive rock
« Risposta #55 il: Giovedì 28 Febbraio 2019, 21:07:49 »

Sarcasmo?
Io dicevo veramente.
Mi complimento nuovamente per il tuo sapere.
 :clap:

Alcuni (pochi) artisti li conosco per aver sentito qualcosina o a malapena per nome, molti non li conosco affatto.
 :embarrassed:
Generalmente non mi sono spinto ad ascoltare artisti antecedenti alla mia nascita.
Mi sa che ho bisogno di un'altra vita per recuperare.
Connesso
Linux non è solo un sistema operativo ma...
"È uno stato mentale, dove prima ti perdi e poi ti ritrovi"
(cit. Point Break).

Antoniox51

  • New Mind
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 2
  • Distro: Linux Mint 19.1 Tessa Xfce 32 bit
Re:Progressive rock
« Risposta #56 il: Domenica 03 Marzo 2019, 04:53:44 »

In riferimento alla Risposta #55 di Tony
Doppie grazie Tony, è stato il significato del verbo prostrarsi utilizzato nei testi biblici e di filosofia antica ha causare la mia erronea interpretazione.

Torniamo a noi.
Ho riflettuto molto sulle vostre risposte e non mancherò quanto prima di fare seguito esprimendo la mia opinione sul Mainstream in termini di cultura underground giovanile e generazionale, in riferimento alla musica Rock e Prog Rock nel presente.
Salutoni
Connesso

eren jaeger

  • New Mind
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 33
  • Distro: Manjaro KDE
Re:Progressive rock
« Risposta #57 il: Domenica 17 Marzo 2019, 10:42:19 »

https://www.youtube.com/watch?v=Hnp1YWY8224&list=RDEMtHzTMpSgqgj5sLH_BYf9Uw&start_radio=1

questo lo conosceranno in pochi ma è un capolavoro  :ciao:


MEDITERRANEA is a trio from Caserta, in the region of Campania, formed in 1978 under the leadership of guitarist Fausto Mesolella. Mesolella also contributed mandolin and keyboards and was joined by Pasquale Ziccardi (bass and mandolin) and Agostino Santoro (drums and percussion). The band toured for a few years before releasing their only album, "Ecce Rock," in 1981. The album blends heavy rock, jazz, and Campanian folk elements and melodies, particularly in their use of mandolin.

This was written by bassist Ziccardi: "Fender guitars' smell, fingers through the hair, leather belts, heeled boots, heavy amplifiers, dreamed trips, missed rendez-vous and lunches, worn nights, fake tokens, changing at the steering wheel, military service, punched streets, first time in Milan. . . . For us Mediterranea was a place to find shelter, a destination, a place to die too. To die of Music."

Although "Ecce Rock" was their only album, the music found a ready audience particularly in Japan, where it was reissued with a different cover (which was used on the recent reissue as well). After the group disbanded, Mesolella found success in the band Avion Travel, Ziccardi joined Nuova Compagnia di Canto Popolare (NCCP), and Santoro left the music industry.
Connesso

Antoniox51

  • New Mind
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 2
  • Distro: Linux Mint 19.1 Tessa Xfce 32 bit
Re:Progressive rock
« Risposta #58 il: Martedì 19 Marzo 2019, 04:04:16 »

In Risposta #57 di eren Jaeger
Complimenti è veramente un bellissimo Album postato nel 2012, Mediterranea un gruppo Prog Rock italiano da tenere d’occhio. :ok: :ok: :ok: :ok:

Io conosco moltissimi gruppi italiani Prog Rock che hanno fatto dei bellissimi dischi dal 1970 ad adesso, e per adesso invio il Video del Gruppo Perigeo di Firenze Album Genealogia (1974), con il mio caro amico Tony Sidney alla Chitarra elettrica:
<a href="https://www.youtube.com/v/59pacis8sN4" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/59pacis8sN4</a>


Per proseguire invio il Link del Video dei Colosseum del pezzo Tanglewood '63 pubblicato nell’Album (poco conosciuto) Colosseum Live (1971):
<a href="https://www.youtube.com/v/mHApON9vHF0" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/mHApON9vHF0</a>

Ho sentito il pezzo ad un concerto dei Colosseum a Pistoia e devo dire che era uguale al disco: in alcuni punti il sassofonista suonava due fiati insieme. :ok:

Dal Prog Rock Jazz-fusion dei due pezzi precedenti passiamo al Prog Rock Canterbury Scene: Gong Album Dance With the Pixies:
<a href="https://www.youtube.com/v/GZLKPsI2HGY" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/GZLKPsI2HGY</a>

I Gong erano un Gruppo multinazionale che pur suonando in prevalenza a Parigi sono stati sempre considerati della scena di Canterbury per il loro stile particolare, denominato Space Rock.

E per finire un pezzo Prog Rock neoclassico e rilassante dei Gentle Giant : Wreck
<a href="https://www.youtube.com/v/3bLL9_Zzo2Y" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/3bLL9_Zzo2Y</a>

La PFM eseguì questo pezzo danzando con il violino a Bologna, in apertura del concerto dei Jethro Tull.

Salutoni

« Ultima modifica: Mercoledì 20 Marzo 2019, 21:25:21 da Antoniox51 »
Connesso

Antoniox51

  • New Mind
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 2
  • Distro: Linux Mint 19.1 Tessa Xfce 32 bit
Re:Progressive rock
« Risposta #59 il: Martedì 19 Marzo 2019, 04:40:42 »

Ho buttato giù le mie considerazioni sulla storia del Rock e sulla situazione musicale attuale (Breve Storia del Rock), ma il risultato finale è troppo ingombrante per poterlo riportare in questa risposta.
Ho anche redatto un sintetico Schema dei generi Rock riportante i Gruppi di riferimento ed anno a partire dal Rhythm & Blues fino ad arrivare ai primi anni ’70 con particolare riferimento al Prog Rock/Krautrock.
Per rendere disponibile questi due documenti agli eventuali interessati li ho messi sul mio spazio Dropbox personale e cliccando sul link
https://www.dropbox.com/sh/di031c9z67zqfoc/AACAy7FzASj_th0yWiESvs60a?dl=0

e poi cliccando sul menù “scarica/download” (posto in alto a DX alla pagina), potete venirne in possesso.

A completamento della Breve Storia del Rock consiglio vivamente la visione della serie televisiva “Vinyl” di Martin Scorsese prodotta utilizzando come esperto storico Mick Jagger!!! :ok: :ok:
Il film scatta una fotografia del mondo dei produttori musicali e delle Major discografiche degli anni ’70.
I 10 episodi sono presenti in rete e su eMule e se avete difficoltà nel reperirli potete chiedere il mio aiuto inviandomi un messaggio privato tramite il Forum (non ho mai utilizzato un messaggio privato tramite il Forum, ma penso che sia possibile).


Salutoni. :ciao: :ciao:
« Ultima modifica: Mercoledì 20 Marzo 2019, 21:24:30 da Antoniox51 »
Connesso